Pensieri sparsi

Dalla nostra corrispondente a Caldwell-21

Qualcuno ha chiesto alla Redazione “Dove va in ferie Babette Brown?”. Bene, adesso lo sapete. La nostra corrispondente da Caldwell cercherà di rispondere a tutte le lettere che sono arrivate nei giorni scorsi e che mostrano a chiare lettere la “fame” di notizie riguardanti i Confratelli e le Shellan. Grazie all’incontro con Alexa, una doggen che lavora nella Magione, Babette Brown è riuscita a carpire una messe incredibile di informazioni.

Da un luogo che spero inaccessibile.

Cari lettori,

dopo l’ultimatum di Fritz ho pensato bene di allontanarmi per un tempo indefinito da Caldwell. Non vorrei vedere una schiera di doggen all’inseguimento della sottoscritta. O, peggio ancora, un Confratello armato e di pessimo umore.

Come che sia, me ne starò rintanata per qualche tempo.

Sono lieta di dirvi che non mi mancano i generi di conforto, in questo angolino di mondo. Mare limpido, cielo azzurro, cibo e bevande a volontà. E la città più vicina a confortevoli duecento chilometri. Non temete, non c’è la possibilità che qualcuno mi trovi con queste poche indicazioni. E le persone che mi aiutano con le provviste sono di assoluta fiducia.

A presto.

Vostra Babette Brown.

—————-

Qualcuno avrà riconosciuto una vecchia rubrica tenuta negli scorsi anni per la Black Dagger Brotherhood Italian RPG.

N. B. Tutti i diritti appartengono a “La Confraternita del Pugnale Nero”, by J. R. Ward.

Post precedente

L'Artiglio Rosa non va in vacanza

Post successivo

Dalla nostra corrispondente a Caldwell-22

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *