Pensieri sparsi

Dalla nostra corrispondente a Caldwell-16

Qualcuno ha chiesto alla Redazione “Dove va in ferie Babette Brown?”. Bene, adesso lo sapete. La nostra corrispondente da Caldwell cercherà di rispondere a tutte le lettere che sono arrivate nei giorni scorsi e che mostrano a chiare lettere la “fame” di notizie riguardanti i Confratelli e le Shellan. Grazie all’incontro con Alexa, una doggen che lavora nella Magione, Babette Brown è riuscita a carpire una messe incredibile di informazioni.

Cara Babette,

sono Virgilio ed è la prima volta che ti scrivo.

Ho letto che ricevi lettere solo da ragazze, spero quindi di non essere inopportuno. Sai, anche a noi maschi piacciono molto le avventure dei Confratelli. E non siamo insensibili al fascino delle Shellan e delle Elette.

Vado al punto.

Ieri pomeriggio, per san Valentino, la mia ragazza mi ha trascinato al cinema. Avrai indovinato… Abbiamo visto “Cinquanta sfumature di grigio”. Mi sono addormentato alla seconda sculacciata (o al volo con l’aliante?). Comunque sia, Anita si è arrabbiata, mi ha dato uno scossone e mi ha ingiunto di seguire la proiezione, pena l’allontanamento dalla sua scollatura. Ho le braccia livide per tutti i pizzicotti che mi sono inferto, nel disperato tentativo di rimanere sveglio.

Ti prego: dimmi che i Confratelli NON sono andati al cinema con le shellan!

Con stima,

tuo Virgilio

—————-

Caro Virgilio,

grazie per la lettera. In effetti, sei il primo ragazzo che scrive a questa rubrica.

Alexa e Soap sono stati ricchi di informazioni su come le varie coppie della Magione abbiano trascorso la festa degli innamorati.

V e Jane sono spariti per due giorni nel loro appartamento al Commodore. Rhage si è rintanato con Mary nella loro stanza, dopo avere saccheggiato il frigorifero (Fritz è quasi svenuto per la gioia). Wrath e Beth sono andati alla casa in città, dopo aver lasciato la prole alle cure delle “tate” ufficiali. Anche Z e Bella hanno rinunciato alle coccole della piccola Nalla per una serata, trascorsa in uno di quei romantici rifugi che la Confraternita ha sparso qua e là per gli States (pare che ce ne sia uno anche in Italia). Gli altri sono scomparsi per destinazione ignota e i miei due informatori non hanno idea di dove si siano rifugiati.

Pare che le boutique di Caldwell siano state saccheggiate: biancheria sexy preziosissima è stata acquistata a vagonate (ho il resoconto della carta di credito di Fritz, su cui sono addebitate tutte le spese: circa 18.000 dollari!). Naturalmente, anche V ha fatto spese (carta oro) da “Sex & Brutal Toys”, la boutique sado-maso preferita da lui e da Jane.

Spero che, dopo il film, la serata di san Valentino sia andata bene anche per te.

Un abbraccio.

Babette Brown

P. S. A parte, di mando un tubetto di crema per i lividi alle braccia.

—————-

Qualcuno avrà riconosciuto una vecchia rubrica tenuta negli scorsi anni per la Black Dagger Brotherhood Italian RPG.

N. B. Tutti i diritti appartengono a “La Confraternita del Pugnale Nero”, by J. R. Ward.

Post precedente

Blood Kiss, la recensione

Post successivo

Dalla nostra corrispondente a Caldwell-17

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *