Pensieri sparsi

Dalla nostra corrispondente a Caldwell-13

Qualcuno ha chiesto alla Redazione “Dove va in ferie Babette Brown?”. Bene, adesso lo sapete. La nostra corrispondente da Caldwell cercherà di rispondere a tutte le lettere che sono arrivate nei giorni scorsi e che mostrano a chiare lettere la “fame” di notizie riguardanti i Confratelli e le Shellan. Grazie all’incontro con Alexa, una doggen che lavora nella Magione, Babette Brown è riuscita a carpire una messe incredibile di informazioni.

Cara Babette,

grazie per la tua risposta. Ovvio che di domande ne ho un fracco.

1.    è vero che i Fratelli non usano (quasi) mai la biancheria? E Lassiter? E Phury, sempre così elegante?

2.    le Shellan indulgono a completini tipo Victoria Secret?

Sono curiosa come un gatto.

Tua Eleonora

—————-

Cara Eleonora,

grazie a una seconda scatola di tartufini al cioccolato, Soap mi ha mandato qualche notizia (solito biglietto sporco di cioccolato. Ormai mi sono abituata, lo apro con i guanti di gomma. Bleah).

Alla tua prima domanda, rispondo che i Confratelli usano la biancheria. Boxer di cotone rigorosamente neri. Lassiter ama molto quelli fantasia (atroci: bandiera americana, mucche e tori mentre fanno sesso, coniglietti vezzosi, eccetera). Phury predilige i boxer di seta, il raffinato, e sto asciugando la bava al pensiero di quel tessuto finissimo che scivola su quella chiappe perfette.

Le Shellan invadono periodicamente i negozi di biancheria di lusso di Caldie e “fanno la spesa”. Vanno molto le camicie di seta, con inserti di pizzo preziosissimo, e i completini di La Perla. Cari come il fuoco, lo so, ma le ragazze possono permetterseli. Il ricambio è continuo, a quanto racconta Soap, perché i Confratelli hanno poca pazienza… e il pizzo si lacera facilmente. Con grande delizia dei negozi. E delle loro finanze.

Alla prossima.

Babette Brown

—————-

Qualcuno avrà riconosciuto una vecchia rubrica tenuta negli scorsi anni per la Black Dagger Brotherhood Italian RPG.

N. B. Tutti i diritti appartengono a “La Confraternita del Pugnale Nero”, by J. R. Ward.

Post precedente

Dalla nostra corrispondente a Caldwell-12

Post successivo

L'Artiglio Rosa ha letto D'Angelo, Masella, Young

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *