Così è se mi pareRubriche

KUL: averlo, o non averlo?

Conviene Kindle UnLimited rispetto alla pubblicazione “normale” su Amazon? 
E se la risposta è positiva, in che percentuale? Siete in grado di fornire dati precisi (e un servizio informativo importante agli altri scrittori)? Grazie a chi collaborerà.

Questa la domanda posta in uno dei mercoledì che il Blog dedica alla discussione di argomenti importanti.

Federica D’Ascani ha detto che lei l’argomento lo tratta così…

«Io sto in KUL» fa lei, tutta tronfia. Soddisfatta, si sente una “del gruppo”, finalmente. Perché cacchio, ci stanno tutti! Tutti col codazzo, con i soldi da Amazon, con le recensioni… e lei ancora nisba. Lei, che mette il suo bel libricino su ***** e non vende una cippa lippa. Che ancora deve capire perché c’è gente che parla di mille download al primo giorno ed è già tanto se lei ne ha visti trenta nei primi due…

«Quindi stai in KUL» le fa eco l’altra, schioccando le labbra.

«Eh, sì, dai. Ci stanno tutti, serve per la classifica, salgo un po’, ci guadagno qualcosa…»

«Ci guad… ahuahauah! Ma che dici? Non ci prendi proprio una mazza!» la smonta la collega.

Gelo. Frozen ha la scenografia di casa sua, ormai.

«N-non ho capito» balbetta la poveraccia. Lei, che già stava facendo affidamento su qualche spicciolo per pagare la bolletta della luce, che da quando le hanno messo pure il canone sbrocca contro il trenta pollici ogni santo minuto della giornata. Lei, che voleva fare una sorpresa al marito e dirgli che sì, cavolo, finalmente una qualche soddisfazione dal vederla sempre attaccata al computer l’avrà. Oddio, la soddisfazione è per lei, prima di tutto, però poi c’è sempre quel retrogusto del senso di colpa in casa, con “No, ma non ti preoccupare, è lavoro, lo capisco, lavori pure tu, sei brava, però la cena?”. E insomma: l’era glaciale è il male minore.

«Non ci prendi niente dal KUL. Cioè, alla fine, a dicembre del 2015 ci ho preso 0.0045 e il mese dopo 0.0044, per dirti, e allora se dal fondo globale ti dicono che hanno raggiunto quota 11.542.3258.01252101 e tu vai di equazione, ti rendi conto subito che…»

«Sta bona, un attimo. Se io metto il libro in KUL e la gente legge le pagine, io ci prendo un centesimo diviso in quattro per ogni pagina?» chiede lei, sconvolta. Cioè: la caduta degli dei, proprio.

«Eh, dipende dal mese in corso, dalle persone che aderiscono al KUL, da quanto riesci a portare avanti il libro, da quanto…»

«Praticamente, è come quando stai in un call center e ti pagano a gente truffata, dalla terza in poi» la interrompe di nuovo.

«Oddio, una mezza specie. Però, ecco, se pensi di guadagnarci…»

«Ma se fa così schifo, perché ci state tutti?» fa ancora. Non riesce a capacitarsi, nossignore.

«Per la visibilità. Cioè, alla fine io mi porto a casa mille euro al mese perché ho 75842631 download solo per il primo, capisci? Allora il KUL mi diventa lo specchietto per le allodole e io vado avanti…»

«Vedrai tu se non mi toccherà usare il KUL pure a me come specchietto per le allodole… sull’Aurelia…»

FEDERICA D'ASCANI

Federica D’Ascani è il “Pierino” dello Staff. Potete trovare i suoi romanzi QUI.

 

Post precedente

Yvonne de Fleuriel, l'ultima sciantosa

Post successivo

La serie "Dentro il mio Peccato"

Federica D'Ascani

Federica D'Ascani

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *