Così è se mi pareRubriche

Chicago Zombie Army, di Federica D’Ascani

Donna di multiforme ingegno, Federica D’Ascani ci presenta un altro aspetto del suo poliedrico impegno nel mondo della scrittura. Questa volta, la troviamo alle prese con la sceneggiatura di una storia la cui prima puntata è stata pubblicata nel n. 2139 di Lanciostory.

Chicago Zombie Army.
Testi di Federica D’Ascani.
Disegni di Vincenzo Arces.

Prima parte uscita su Lanciostory n. 2139 del 04 Aprile 2016.

12970137_10207760364278573_1839667296_oBill e Jeff, due sergenti dell’esercito, sono sulle tracce di un malvivente e lo seguono fino a un vicolo, bloccandolo mentre sta per far del male a un civile. Quando Bill gli spara contro nel tentativo di fermarlo, il malvivente si rivela essere una creatura terribilmente veloce e astuta, dai riflessi felini e dall’arguzia temibile, sfuggita alle cure dell’esercito che l’ha creata per farne una macchina assassina. La creatura fugge, eludendo l’ostacolo rappresentato dai due militari, non prima di aver rubato il portafogli di Bill ed essere venuto a conoscenza di dove viva la sua famiglia. Essendo un segugio, la creatura rischia di diventare una vera e propria spina nel fianco, per il sergente Grant…

Post precedente

Recensione: "Sei il mio respiro", di Valentina G. Bazzani

Post successivo

Big Apple: recensione a quattro mani (2)

Federica D'Ascani

Federica D'Ascani

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *