Recensioni

Chef Love, di Christina B. Assouad e Jonathan Arpetti

“Matilde…” le sussurro, cercando di assumere lo sguardo maschile più intenso della storia di Beautiful e scavando nel mio diaframma in cerca di una voce profonda, quasi taurina.
“Sì, Gianluca…” mi risponde lei, schiudendo la sua bellissima bocca.
“Ho in mente una pietanza molto complessa, ma morbida e succulenta” le dico, stringendola in maniera decisa a me.
“Ah, sì? Quindi il tempo di cottura sarà lungo…” continua, guardandomi curiosa, dritto negli occhi.




Titolo: Chef Love.
Autore: Christina B. Assouad e Jonathan Arpetti.
Genere: Rosa contemporaneo.
Editore: Rizzoli, Collana YouFeel (23 luglio 2014).
Pagine: 127.
Prezzo: euro 2,49 (ebook).
La mia valutazione: tre stelline.
Matilde ha 29 anni ed è ancora single, ma ha una certezza: sposerà un grande chef. Sono loro, i maestri indiscussi del piacere a tavola, a farle battere il cuore! Per questo ha riempito la libreria in cui lavora, così come la propria casa, di libri di cucina. Finché un giorno il destino le fa incontrare Gianluca. Fascino alla Cracco, abile tra i fornelli, esperto nel servire i piatti a tavola e… pelare patate! Sì, perché Matilde pensa di aver finalmente trovato lo chef dei suoi sogni romantici, ma Gianluca è solo un cameriere precario, che di ricette e cucina non sa proprio nulla. Come reagirà Matilde all’inganno? Cederà al fascino dell’uovo in padella o continuerà a dare la caccia al suo Master chef? Una romantica storia d’amore da cucinare e servire per due.

Una storia qualunque di persone normali. Tutto qui? A noi che siamo abituate a vicende appassionate, convulse, con lui dominatore assatanato e lei verginale pecorella sacrificale (molto contenta del sacrificio, sia chiaro)? Ebbene sì. Non solo, ma Christina B. Assouad e Jonathan Arpetti (d’ora in avanti “Christina & Jonathan” o “gli autori”) riescono a trarne un romanzo divertente, agile, gradevole.
Matilde è fuori di testa (avevi detto NORMALE, ricordi? Sì, aspettate) per i cuochi, anzi gli chef. Come migliaia di altre donne le quali, dopo aver assaggiato i piatti di Carlo Cracco, che oltre a essere un cuoco eccezionale è anche carino di suo, vogliono parlare solo di alta cucina e non vi seguirebbero mai da un Mac qualsiasi. Orrore! Matilde colleziona quei libri pieni di foto meravigliose di piatti meravigliosi con ricette meravigliose. Gianluca fa il cameriere, avventizio: tre giorni qui, cinque lì. Una vita tutto sommato banale (P. S. vive ancora con la mamma, cuoca stratosferica. Lui non sa nemmeno cucinare un uovo sodo).
Qual è il problema? Presto detto: Matilde vuole innamorarsi di uno chef. Gianluca vuole Matilde. L’inganno è dietro l’angolo. il nostro sfigato, ma simpatico, cameriere avventizio si fingerà cuoco sopraffino (“Se vuoi fare il figo, usa lo scalogno” è il libro di Carlo Cracco che vi suggerisco, cari maschietti che volete affascinare la lei di turno).
L’inganno reggerà? Verrà scoperto / confessato?
Leggete questo libro e lo saprete!


Post precedente

Giocatori d'azzardo, di Amy Lane

Post successivo

Intervista: Sara Purpura la Tabisca

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

1 Commento

  1. Anonimo
    2 settembre 2014 at 9:47 — Rispondi

    Grazie Babette per aver recensito questo piccolo ebook. è proprio vero che i protagonisti sono piuttosto "normali" per chi è abituato a leggere il genere rosa… Ma a volte è proprio nella quotidianità e in personaggi simili ai nostri "vicini della porta accanto" che possono nascere delle inaspettate e coinvolgenti storie d'amore! Matilde e Gianluca possono sembrare persone ordinarie, ma in fondo una buona dose di follia c'è anche in loro 😀 😀
    Buona lettura a tutte coloro che vorranno leggerlo e ancora grazie a Babette per le tre stelline <3 <3 <3
    Christina

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *