CinemaRubriche

Spike Lee, “La 25a ora”

“Avrai un figlio maschio, magari lo chiamerai James… è un bel nome, un nome forte! E forse un giorno, tra tanti anni, dopo che io sarò morto e sepolto accanto alla tua cara mamma, riunirai tutta la tua famiglia e dirai loro la verità, chi sei e da dove sei …

LEGGI →
L'artiglio rosaRubriche

Trittico italiano per l’Artiglio Rosa

Guglielminetti, RVH. Ascesa alle tenebre Olanda, fine del XVII secolo: inizia da qui il primo libro della storia, raccontata in prima persona, del vampiro Raistan Van Hoeck. Un’appassionante avventura ricca di suspence, azione, colpi di scena e impreziosita da feedback che attraverso tre secoli ci porta fino ai nostri giorni, …

LEGGI →
I miei occhi sui libriRubriche

Simona Liubicich ha letto “Il mio coinquilino è uno sportivo? Oh, cavolo!”, di Wade Kelly

Titolo: Il mio coinquilino è uno sportivo? Oh, cavolo! Autore: Wade Kelly. Traduzione: Veronica Rotondo. Genere: Romance M/M. Editore: Dreamspinner Press. Prezzo: euro 4,83 (e-book). http://www.amazon.it/mio-coinquilino-uno-sportivo-cavolo-ebook/dp/B012E87VNE/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1441877806&sr=8-1&keywords=il+mio+coinquilino+%C3%A8+uno+sportivo+oh+cavolo Cole Reid è un asociale recluso dall’età di quindici anni, quando uno spiacevole episodio negli spogliatoi della sua squadra di baseball del liceo ha …

LEGGI →
Rubriche

Roberto Carboni, “Nettuno d’Oro” 2015

Insignito quest’anno del Nettuno d’oro, riconoscimento riservato a colui che viene eletto artista bolognese dell’anno, Roberto Carboni cavalca l’onda di un successo, quello che sta ottenendo con il suo ennesimo romanzo (L’ammiratore, Fratelli Frilli editore) e con la pervicacia che lo contraddistingue. Romanziere prolifico, scava con i suoi personaggi nella …

LEGGI →
RubricheTaffetà, darling

“A oriente del giardino dell’Eden”, di Israel J. Singer

“È mattina presto, e le ombre degli alberi si allungano oltre le radici, eppure la monotona pianura polacca già boccheggia sotto un sole cocente. Gli alberi tozzi e storti ai bordi della strada sembrano trasformati in pietre. Non un fremito di ramoscello, non un fruscio di foglie.” Titolo: A oriente …

LEGGI →
L'inviata specialissimaRubriche

Galateo-Web, seconda puntata

Cari amici, come promesso prosegue il nostro tour tra le buone (e le cattive) maniere nel mondo virtuale. Potreste non trovarvi d’accordo e sarebbe più che normale: Lara Haralds esprime solo il proprio punto di vista, derivante da scivoloni che lei stessa ha compiuto (e da conseguenti lapidazioni virtuali che …

LEGGI →
L'artiglio rosaRubriche

Nora Roberts, Liz Carlyle e Mary Balogh per L’Artiglio Rosa

Nora Roberts, L’amore ritrovato Arrivarono nel luogo che Lil aveva scelto. Lei aveva voluto che fosse tutto perfetto: il giorno, il posto, il momento. Non avrebbe mai lasciato che il futuro, con le sue incertezze, interferisse. Il sole splendeva, e filtrando attraverso gli alberi scintillava sull’acqua rapida del ruscello, mentre …

LEGGI →
La Belle ÉpoqueRubriche

Mariangela Camocardi ci racconta Mata Hari

Mariangela Camocardi, The Queen, ci racconta la storia di una donna tanto affascinante quanto sfortunata: Mata Hari. Il periodo storico è quello della Belle Époque, di cui la scrittrice è un’esperta. La Belle Epoque incornicia un periodo storico indimenticabile quanto breve, che va dagli ultimi decenni dell’Ottocento fino allo scoppio …

LEGGI →
Così è se mi pareRubriche

Recensione di Federica D’Ascani: “Una cosa pericolosa”, di Josh Lanyon

Torna Federica D’Ascani con una nuova recensione. Titolo: Una cosa pericolosa. Titolo originale: A dangerous thing. Autore: Josh Lanyon. Traduttore: Chiara Beltrami. Lunghezza: 238 pagine. Editore: Triskell Edizioni, Collana: World / Rainbow / Mystery. Genere: M/M. http://www.amazon.it/cosa-pericolosa-Adrien-English-Vol-ebook/dp/B013ISFBR2 In preda al blocco dello scrittore e frustrato dalla sua problematica relazione con …

LEGGI →
Gli amici del MagRubriche

Parliamo di traduttori e traduzioni

Vi avevo promesso che avrei ripescato una chiacchierata su Facebook relativa alle traduzioni che penalizzano il testo originale. Insieme a me, c’erano semplici lettrici, traduttrici, Emanuela Piasentini in rappresentanza della Casa editrice Dreamspinner Press e la prof.ssa d’italiano Maria Teresa Siciliano (che recensisce con il nome di Matesi). I pareri che …

LEGGI →