Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: E venne il secondo giorno

«E venne il secondo giorno, e la D’Ascani si disperò, come ogni martedì, davanti al Taccuino più famoso del web! E non fu più in grado di riflettere, di parlare, di formulare una…»

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: parte seconda (sempre Casa de bambola, oh!)

«Ok, se semo impantanati…» esordisce lei, le mani nei capelli. Quelli che restano, metà capoccia è rasata, ma c’è un motivo: quando se gira verso destra, il piccolo Attila non c’ha niente da tira’! «Del tipo?» chiede Marito, passando, con la scopa in mano, dalla camera da letto alla cucina. …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: Machiavelli ai tempi der Kindle

«Te l’hai studiato il Principe?» «In che senso?» chiede lui, voltandosi a guardarla. A lei viene in mente Verdone che guarda in alto e cerca qualche improbabile soluzione a problemi esistenziali che.. (perdonatemi, è l’influenza di Machiavelli che rende la mia prosa così… Vabbe’, ok, torno in me!) «Ner senso: …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: Un parrucchiere è per sempre

«Altro giro, altra corsa!» sospira lei guardando il telefono, mentre Franz, il nuovo parrucchiere, le svolazza intorno con le forbici. Lei lo guarda con vago sospetto, con il terzo occhio che: “se me fai come l’ultimo dei mohicani te spenno”. Non si fida. Un parrucchiere è per sempre. È la …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: L’Orsacchiotto di Casa

«C’hai presente quei firm dell’anni 40? Quelli in bianco e nero ndo se vedono le bambole inquietanti che te guardano co l’occhi vitrei?» fa lei, girandosi a osserva’ il marito.

LEGGI →
Casa D'AscaniPensieri sparsiRubriche

Casa D’Ascani: Discorso epico

Finisce di leggere l’articolo di Matesi e chiude gli occhi. È sola, in casa, può lasciarsi andare a quello che sa fare meglio: cazzeggiare senza limitazioni. Che vor di’? Vuol dire che può immaginarsi sul podio, quello figo con il microfono, al centro di un palco, vestita tutta caruccia, con …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: Era una mattina buia e tempestosa

Era una mattina buia e tempestosa, e la dolce donzella che abitava in quel di Black Pass (Passoscuro) si muoveva svogliatamente tra pc e divano. Un’anima in pena, un leone in gabbia, una…

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: la recensione

«Devo fa na recensione» fa lei. «Eh, e ar popolo?» fa l’altro, annoiato, mentre zappa sulla tv, concentrato nella scelta tra il buon vecchio zi Hit (che sui canali tipo Focus non manca mai una bella puntatona sull’Olocausto) e Megacostruzioni, e Meganavi a seguire, tanto per rinfocolare l’ego maschio che …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: Il marito ideale… cucina!

«Te vedo… corrucciata. Che c’hai?» esordisce il marito ideale, facendo capolino dallo stipite. Lo stesso contro cui stamattina so annata a sbatte. Forse è pe’ questo che me rode ancora de più. No contro mi marito, per carità, però non è che so proprio ben disposta. Ho sentito “clack” quanno …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: Grande festa alla corte di Francia

Maria Teresa Siciliano (Il Taccuino di Matesi di oggi) ha scritto un articolo su una serie di romance storici pubblicati negli Anni Sessanta, “Angelica la marchesa degli angeli”. Federica D’Ascani ha tratto ispirazione. Tenete conto del fatto che è raffreddata e un tantino incoerente per via della febbre.

LEGGI →