Recensioni

Candolina, di Emiliana De Vico

Titolo: Candolina.
Autore: Emiliana De Vico.
Genere: rosa contemporaneo.
Editore: Delos Digital.
Prezzo: euro 1,99 (e-book).
La mia valutazione: quattro stelline.
Candolina combatte l’alcolismo. Guida
un gruppo di terapia  e osserva le reazioni di Luca, giovane uomo in
bilico tra sobrietà e ubriachezza. Non sa che lui vive della sua ammirazione,
schiacciato dal peso di una stima che non sente di meritare. Quando la ricaduta
assume i connotati del fallimento, Candolina trova il modo di salvarlo,
diventando la donna che Luca vuole accanto a sé: una compagna che sa lenire le
ansie e sconfiggere la dipendenza.
 

“Il mio nome è Luca. Ho trentotto
anni e non so se sarò in grado di portare a termine il percorso che mi
prospettate, ma ho bisogno di aiuto”.
Le
prime due righe di questo romance ci presentano il protagonista maschile: Luca
è alcolista e si trova in una di quelle strutture che tentano di aiutare le
persone come lui.
È trascorso
un anno da quella presentazione e Luca non ha avuto ricadute. Tutto sembra far
sperare a Lina, l’assistente che gestisce il gruppo di supporto, di poter
recuperare completamente quell’uomo silenzioso e affascinante. Già, perché Lina
non è indifferente, come vorrebbe. Luca riempie i suoi pensieri.
Da questo
sentimento, si dipana una storia breve, ma coinvolgente. Seguiamo Lina
(Candolina, un nome antico) e Luca nella costruzione di un rapporto difficile,
con pochi –meravigliosi- alti e molti bassi. Sino a un finale dolcissimo che ci
fa star bene.
Emiliana De
Vico (1973) vive in un paesino nell’entroterra abruzzese, insieme al
marito e ai due figli. Laureata in scienze sociali, lavora presso i Servizi
Sociali di zona. Appassionata di romance, approccia questo filone
dall’adolescenza. Alcuni suoi racconti sono contenuti in antologie della Delos
Books a cura di Franco Forte (“365 Storie d’amore”; “Speciale
SF”; “Il Magazzino dei Mondi 2”). Vincitrice della terza
edizione di “La vie en rose” 2012 con “Indaco”. Il racconto
“Rose sui tratturi” è stato segnalato dalla giuria del Premio
Romance 2013 indetto da Mondadori. Ha scritto diversi racconti per la collana
“Senza Sfumature” di Delos Digital.
Trovate Emiliana De Vico anche QUI:

Post precedente

E dopo Carosello tutte a nanna. Storie di donne e mamma RAI.

Post successivo

Interviste: Monica Lombardi e la serie GD Team

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *