Recensioni

Bluegirl e altre storie, di Monica Lombardi

Tra tutti gli
incarichi sotto copertura che le erano capitati da quando era un’agente attiva,
questo le sembrava davvero il più assurdo. Più assurdo di quando aveva dovuto
infiltrarsi in quel gruppo punk a Berlino. Decisamente più assurdo anche di
quando aveva dovuto fingersi una ballerina del Moulin Rouge.

Titolo: Bluegirl e altre storie.
Autore: Monica Lombardi.
Genere: Romantic Suspense.
Editore: Spinnaker.
Prezzo: euro 2,99 (e-book).
La mia valutazione:
cinque stelle.
Claire Jackson, nome
in codice Bluegirl. Da mesi la sua Agenzia, braccio operativo dell’Interpol,
lavora per sgominare una pericolosa banda di criminali nota come Les Parisiens.
La nuova sfida parte da un monastero irlandese e Claire non si tira indietro.
Dall’Irlanda a Saint Tropez a Lucca, passando per il quartier generale di
Losanna, Claire si muove tra incarichi sotto copertura e travestimenti, unico
tratto distintivo il suo leggendario ciuffo blu. La missione: sgominare i
Parigini. Possibilmente restando viva.
Fin da quando ha
posato gli occhi su di lei nella sua nativa Irlanda, Nick Manion non riesce a
dimenticare quella piccola, grintosa ragazza blu. I loro destini si sono
incrociati una volta e torneranno a farlo, perché è Nick a volerlo. Les
Parisiens hanno un conto aperto con Claire? Prima di riuscire anche solo a
sfiorarla dovranno fare i conti con lui.
Claire e Nick sono
spie abituate a muoversi, da sole, in un mondo pieno di insidie dove ciò che
appare raramente è ciò che è. Può il cuore vincere sul dubbio, le minacce e i
tradimenti?
La raccolta contiene
anche i racconti “Gli occhi della paura”, “Silver nights”,
“Let it snow” e il suo seguito “Joy to the world”, già
apparsi sul blog La mia biblioteca romantica.
Pensa
un po’… me li ero lasciati scappare! Questi racconti (oh, quanto amo il
Romantic Suspense!) sono una delizia. Protagonisti che senti tuoi fin dalle
prime pagine, storie avvincenti, cattivi affascinanti. Monica Lombardi non ci
nega niente. Grande maestra del RS!
La
vicenda amorosa s’incastra alla perfezione con la spy story: nessuna sbavatura,
nessuna pausa. I racconti si leggono quasi trattenendo il respiro. Il lieto
fine, quando arriva, riporta lentamente i battiti del cuore alla normalità.

Post precedente

Le regole degli amori imperfetti, di Mara Roberti

Post successivo

Fidanzato di scorta, di River Jaymes

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

2 Commenti

  1. 3 novembre 2014 at 8:51 — Rispondi

    Grazie Babette! <3 Ora però mi piacerebbe sapere se "Padre Manion" ha indotto in tentazione anche te 😉 E anche qual è stato il tuo racconto preferito 😀
    Un abbraccio!

  2. Babette Brown
    3 novembre 2014 at 9:26 — Rispondi

    Nemmeno sotto tortura risponderò alla tua domanda su Padre Manion… "Si vede lontano un miglio che Suor Claire ha molti peccati"!
    Il preferito è il primo, ma solo perché non ti lascia con quell'appetito insoddisfatto dei racconti successivi. Toppo brevi!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *