Recensioni

Atmosfere Notturne – Ritratti delle notti stellate, di Gianluca Li Causi

«Nelle mie immagini ricerco quegli accostamenti che esaltano il contrasto tra la dinamicità del cielo stellato e l’immobilità del paesaggio terrestre.
Queste opere ritraggono i cieli notturni dei luoghi che ho visitato, che mi hanno sempre suscitato emozioni intense.
Le notti cristalline dell’alta montagna, o dei deserti lontani, offrono spettacoli meravigliosi, pieni di un fascino irresistibile che difficilmente si può trasmettere a chi non li abbia vissuti in prima persona.
Questa è la sfida delle “Atmosfere Notturne”, rievocare con l’immagine fotografica quelle emozioni.»

Gianluca Li Causi

Plenilunio

Plenilunio

Atmosfere Notturne – Ritratti delle notti stellate è un volume che presenta un’elegante galleria delle spettacolari fotografie dell’autore, che con immagini e testo invita alla contemplazione del cielo notturno e delle sue magiche atmosfere. Il lettore viene condotto in un viaggio attraverso i fenomeni della notte lungo un percorso fotografico che parte dal crepuscolo e giunge all’aurora, mostrando il fascino del panorama notturno da luoghi vicini e lontani, tutti accomunati dallo stesso cielo.

Gli occhi di un bambino scoprono l’immensità del cielo stellato. Un destino? Per Giancluca Li Causi sì, lo è. Dopo anni, studi, affermazioni professionali, quello sguardo si serve della tecnologia più raffinata per riportare alla memoria i ricordi, per crearne di nuovi. Il risultato è l’assoluta bellezza di queste immagini. Riviviamo l’incanto dell’autore, nello sfogliarle, quasi con timore reverenziale. Perché la bellezza, quella vera, fa sempre un po’ male.

L’oscurità della notte, che copre come un manto di velluto tutte le cose, offre a Gianluca Li Causi la possibilità di afferrare con gli occhi e la mente luoghi vicini e lontanissimi, a un passo da sé e irraggiungibili. Il lettore viene condotto dal crepuscolo sino all’aurora attraverso innumerevoli immagini che mostrano il fascino profondo dei panorami notturni.

In questo libro ogni foto è accompagnata da un testo, poiché ognuna porta con sé una storia, il ricordo di un’avventura o di un’emozione particolare che la rende unica tra le notti passate con lo sguardo all’insù sotto i tanti cieli stellati che l’autore ha potuto ammirare.

imgres

Sfoglia il volume in anteprima

28 gennaio 2011 Tana Bru, Norvegia

28 gennaio 2011
Tana Bru, Norvegia

Gianluca Li Causi nasce il 1° novembre del 1970 a Roma dove frequenta gli studi scientifici e si laurea in Fisica con indirizzo astrofisico presso l’Università “La Sapienza” con la discussione di una tesi sulla realizzazione di un’ottica adattiva per il telescopio infrarosso di Campo Imperatore.

Attualmente è ricercatore dell’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) presso l’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali.

Appassionato di astronomia e dell’osservazione del cielo notturno sin dall’età di sei anni, approfondisce la sua passione culturale dapprima come autodidatta e poi nell’ambito dell’Associazione Romana Astrofili, fino a farne la sua professione.

23 gennaio 2006 Toconao, Atacama, Cile

23 gennaio 2006
Toconao, Atacama, Cile

Parallelamente coltiva la passione per le arti figurative, dapprima con la pittura e successivamente con la fotografia. Da subito si fa vivo in lui il desiderio di unire tra loro queste passioni, che già gli danno, singolarmente, moltissime gratificazioni. Così egli inventa e sperimenta con successo una tecnica di pittura che gli permette di ritrarre i paesaggi notturni e i soggetti astronomici con un realismo del tutto nuovo, il “disegno astronomico fosforescente” e successivamente si dedica specificamente alla fotografia astronomica, prediligendo sempre i paesaggi notturni alle foto tecniche, con la sfida di ritrarre quelle emozioni che egli stesso prova sotto al cielo stellato.

Castello di Rocca Calascio

Castello di Rocca Calascio

Nel campo della fotografia astronomica, ha al suo attivo diverse pubblicazioni sulle riviste nazionali di divulgazione, ha esposto le sue opere in mostre personali e collettive ed è vincitore di premi a concorsi nazionali e locali.

Contatti:

[email protected]

Sito personale.

Esposizioni personali

“Atmosfere notturne II ed.”, esposizione personale presso l’Osservatorio Astronomico di Roma a Monteporzio Catone (Roma), 6 Luglio 2012;

“Atmosfere notturne”, esposizione personale presso il Palazzo Rospigliosi di Zagarolo (Roma), 28 Marzo – 5 Aprile 2009;

Riflessi

Riflessi

“Notturni”, esposizione personale presso la “Sala della Torre” presso la Scuola di Arte Educatrice all’interno della XXXIX Torre delle Mura Aureliane a Roma, 6 – 12 Giugno 2003;

“Lux Sideralis”, esposizione di Gianluca Li Causi ed Enrico Ventura presso la Sala Conferenze delle Scuderie Aldobrandini di Frascati (Roma), 20 Febbraio- 7 Maggio 2003;

“Notturni”, esposizione personale delle foto di questa galleria presso le sale della Biblioteca Comunale di Castello Tesino (TN), 12 – 17 Agosto 2001, con il patrocinio dell’Associazione Astrofili del Tesino e della Valsugana;

“Esplorando l’Universo”, esposizione personale di fotografie astronomiche nello stand “Il planetario” della manifestazione fieristica “La Città delle Stelle”, PalaParioli, Roma, Dicembre 1995.

Esposizioni collettive

15369212_346183232428270_3696923088815638976_o“Mostra di Astronomia e Astronautica”, esposizione di alcune foto di questa galleria presso l’Auditorium del Palazzo Gallo di Castello Tesino (TN), 22 – 30 Dicembre 2000, con il patrocinio dell’Associazione Astrofili del Tesino e della Valsugana;

“Mostra di fotografia astronomica” dell’Associazione Romana Astrofili, Mentana (RM), Dicembre 1994.

Premi Fotografici

Primo Premio al V Concorso Astrofotografico Nazionale “I Parchi Delle Stelle”, Ottobre 2002 Mairago (Lodi), vinto per la fotografia “Luna piena su Campo Imperatore”;

Primo Premio alla “2° Edizione del Premio Nazionale di Fotografia Astronomica Rocca Priora”, organizato dall’Associazione Tuscolana di Astronomia presso l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo “Del Tuscolo”, Roma, 27 Settembre 1997, vinto per la categoria “Immagini al CCD” con l’immagine “Giove dopo gli impatti della Shoemaker-Levy”, eseguita in collaborazione con Alessandro Vannini e Andrea Ricciardi;

Secondo Premio alla “2° Edizione del Premio Nazionale di Fotografia Astronomica Rocca Priora”, organizato dall’Associazione Tuscolana di Astronomia presso l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo “Del Tuscolo”, Roma, 27 Settembre 1997, vinto per la categoria “Fotografie a colori” con la fotografia “Castello medievale”;

Citazione al “Primo concorso fotografico a tema libero del FotoRomaShow”, presso la Fiera di Roma in occasione della manifestazione FotoRomaShow del 1996, per le fotografie “La grande cometa Hyakutake” e “Notte all’Arches Park”;

Primo Premio alla “1° Edizione del Premio Nazionale di Fotografia Astronomica Rocca Priora”, organizato dall’Associazione Tuscolana di Astronomia presso l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo “Del Tuscolo”, Roma, 12 Ottobre 1996, vinto per la categoria “Fotografie di particolare valore tecnico-scientifico” con la fotografia “La grande cometa Hyakutake”;

Primo Premio al “Primo concorso di Fotografia Astronomica dell’Ottica Vasari”, presso il Centro Ottico Vasari, Piazza della Repubblica, Roma, 1995, vinto con la fotografia “Il Castello della Stella Polare” (non più presente in questa galleria).

Pubblicazioni e Lezioni di argomento astrofotografico

2008, Novembre: “Workshop di Fotografia: Paesaggi Notturni”, in collaborazione con F. Ventura di MacroMicro Studio, guida astronomica per la sessione di notturni in montagna.

2004, Marzo: “Tecniche innovative per l’osservazione e il disegno del profondo cielo”, lezione al campo astronomico di Massa d’Albe;

2003, Maggio: “L’eclisse totale di Luna del 16 maggio”, Coelum n° 62; tecniche per la fotografia delle eclissi totali di Luna;

1999, Maggio: “La fotografia astronomica a grande campo”, Il Cielo n° 27; tecniche per la fotografia della Via Lattea a grande campo;

1999, Marzo: “Dentro la reflex”, Il Cielo n° 27, descrizione e spiegazione del funzionamento delle macchine reflex, con particolare enfasi sulle applicazioni in fotografia astronomica;

1999, Gennaio: “L’esposizione”, Il Cielo n° 26, regole per l’esposizione in fotografia astronomica;

1998, Novembre: “Fotografia astronomica: i concetti generali”, Il Cielo n° 24, introduzione alla fotografia astronomica per l’inizio del Corso di Astrofotografia mensile su questa rivista;

1988, Novembre: “Micrometro: si puo’ fare”, l’Astronomia n° 82, pag. 58, sulla autocostruzione dei reticoli micrometrici per gli oculari;

1998, Ottobre: “Come ottenere buone stampe astronomiche dai laboratori fotografici commerciali”, Il Cielo n° 23, su cosa dire al laboratorio per farsi stampare bene le fotografie astronomiche;

1997, Giugno: “Calibriamo i colori”, MC-Microcomputer n° 174, pag. 266, proposta di una soluzione al problema della calibrazione cromatica delle stampanti a colori con i colori visualizzati sul monitor;

1995, Marzo: “Un semplice sistema per correggere l’errore periodico del moto orario”, PEGASO n° 27, pag. 66, sulla autocostruzione di un dispositivo elettromeccanico, ideato dall’autore, per compensare un tipico difetto delle montature equatoriali;

1994: “La percezione dell’occhio e il disegno notturno”, lezione all’Associazione Astrofili Altair;

1994, Gennaio: “Sarà questo il cielo del Telescopio Nazionale”, l’Astronomia n° 139, pag. 39; coautori: A. Caratti, A.Ricciardi, sulla qualità del cielo notturno delle Isole Canarie, relativamente alla fotografia astronomica;

L’Autore è co-fondatore di “FISICAST, il podcast della fisica”, in cui si propone di spiegare la fisica alla gente in modo semplice e innovativo.

Post precedente

14 gennaio 2017

Post successivo

Lui ruggì fra le lenzuola...

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *