Interviste

Anteprima: Il Segreto dell’Ordine, di Monique Scisci

In dirittura d’arrivo il secondo volume della Saga Urban Fantasy di Monique Scisci.

Editore: CIESSE Edizioni.
Pagine: 432.
Impostazione grafica e
progetto copertina: Elisabetta Baldan.
Aurora non è un comune vampiro, appartiene alla stirpe
degli originari: più forti, più letali e meno inclini all’astinenza dal sangue
umano. Per questo sono soggetti alla persecuzione dell’Ordine dei Vampiri,
rischiano di compromettere l’equilibrio con la razza umana. Così, dopo essersi
nascosta con Evan sull’isola di Avalon, Aurora schiacciata dall’impossibilità
di vivere il loro amore, decide di scappare e rifugiarsi nel mirovanje, il
letargo in cui i vampiri s’immergono per oltrepassare le epoche, ma qualcuno
rovinerà i suoi piani. Un nuovo personaggio entrerà nella sua vita, il suo nome
è Azad, vampiro originario dal passato sofferto che possiede la soluzione al
suo dilemma e le rivela inquietanti verità su Evan.
Nel frattempo Evan raggiunge Fernand, il padre di
Aurora, che dopo la sua trasformazione ha portato Maya e Federico al sicuro.
Mentre stanno pianificando una strategia per trovare la vampira, accade
qualcosa e Evan è costretto a chiedere l’intervento dell’Ordine. I Jansen sono
tornati e vogliono vendicare la morte del figlio.

Aurora sarà costretta a tornare a Morgex per
proteggere la sua famiglia e affrontare la verità su colui che credeva di
amare.



Ho fatto due chiacchiere con
Monique.
Uhm… Riconosco quest’accento, Monique!
Davvero? Eccomi qui, milanese
D.O.C.! Sono nata a Milano il 21 aprile 1982.
Beata te! 32 anni… E vivi sempre a Milano?
No, mi sono trasferita in un
paesino immerso nel verde, alle porte di Milano perché alla grande città non
rinuncio.
Single? Sposata? Figli? Convivenze a due-tre (va di
moda, sai…).
Un marito mi basta e mi
avanza, grazie (si deterge il sudore dalla fronte). Per il momento, solo una
bambina pelosa: la nostra cagnolona di nome Michelle.
Come la canzone dei Beatles? Michelle, ma belle… Ok,
la mia voce è sopportabile solo se frammista ad altre diecimila!
Esattamente. No, no, non
dicevo della voce! Mi riferivo alla canzone dei Beatles.
Qualche altra notizia personale?
Ho conseguito il diploma
quinquennale di Liceo Artistico con sperimentazione Michelangelo al Liceo
Callisto Piazza di Lodi e sono iscritta alla facoltà di Scienze e Tecnologie
della Comunicazione a Milano: Spero di laurearmi, un giorno…
Passioni? In primis la scrittura, ovviamente!
Da sempre coltivo la passione
per i viaggi, la musica, l’arte e soprattutto la scrittura, unico vero mezzo
per esprimere e interpretare emozioni profonde. Mi sono avvicinata al genere
fantasy da piccola attraverso i romanzi di Terry Brooks, maturando forte
curiosità per il paranormal. Ho letto svariate volte ‘Dracula’ di Bram Stoker
che considero la quintessenza del romanzo vampiresco, come ho apprezzato i
romanzi di Anne Rice. Sono fortemente impegnata per la salvaguardia degli
animali e per il rispetto dell’ambiente.
Sei reduce dal successo de “L’ampolla scarlatta”.
È il mio primo libro urban
fantasy, pubblicato dalla CIESSE nel 2012.  Ha avuto un discreto successo, tanto che la
Casa Editrice ha il secondo volume pronto per la stampa. Al momento, tutte le
pagine sono sottoposte ad un severo editing. Nel frattempo, ho scritto diversi
racconti per alcuni blog, scaricabili gratuitamente sul mio sito:
www.moniquescisci.com.
Ricordo a tutti il primo
volume della Saga.

Editore: CIESSE Edizioni,
Collana “Gold” (luglio 2012).
Pagine: 336.
Impostazione grafica e
progetto copertina: Max Rambaldi.
Prezzo: euro 12,92 (copertina
flessibile); euro 6,49 (formato kindle).
Aurora ha tutto ciò che desidera, è di animo puro e
semplice, la vita le sorride. L’amore è alle porte, ha una famiglia serena e
sicura alle spalle. Tutto crolla sotto i suoi piedi, eventi tragici la
surclassano e lei soccombe, impossibilitata a reagire, il destino spietato
l’attende. Ma il tormento non ha fine, perché il cambiamento radicale a cui non
può sottrarsi, non è ancora avvenuto.
Chi la sta osservando e perché? Cos’è l’Ordine, di cui
ha sentito bisbigliare alle sue spalle?
Sta succedendo qualcosa al suo corpo, o sono effetti
collaterali delle gocce vermiglio dell’Ampolla Scarlatta che il medico le ha
prescritto?
Un lupo bianco, creature della notte e segreti di
famiglia mai svelati.
Ce la farà ad affrontare l’arduo percorso che
l’aspetta?
Il Booktrailer del romanzo vi
aspetta QUI:

Post precedente

Catene d'argento, di Patricia Logan

Post successivo

La devozione, di Anisha Rai

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *