News

Angelica Rosich presenta “Il Patto dell’Orco”

Cerco sempre di raccontare con ironia le storie sexy e avventurose che mi saltano in mente. Questa volta vado a pescare a piene mani tra le favole e le rimaneggio per trasformarle in qualcos’altro.

La protagonista di questa nuova serie (una duologia intitolata “L’Occhio del Basilisco”) è Agata, che dal suo mondo “normale” si trova a essere coinvolta nelle vicende del Popolo dell’Autunno. È pasticciona, ingenua e non sa bene quello che vuole. Fra tutti i guai che le capiteranno non mancherà l’amore vero, ma… riuscirà a scegliere bene? Attenzione, perché l’amore può nascondersi sotto mentite spoglie.

Il mondo dell’Autunno e quello dei Terreni non possono mai collidere, al limite si sfiorano. E quando succede qualcosa di più, tutto è destinato al disastro.

Cappuccetto Rosso, I Tre Porcellini, Pollicino, La Bella e la Bestia, insieme ad altre favole si mischiano in una nuova avventura sexy.

Se sei una ragazza albina un po’ strana non ti è facile vivere in una piccola comunità sperduta tra i monti.
Agata ha sogni semplici: vorrebbe essere una delle comari del paesino di Mezzavia e pensa di esserci riuscita quando uno scapolo la chiede in moglie. Pazienza se è un giovane rozzo e ha il chiodo fisso!
Sposarsi però non le basta. Da sempre ha un desiderio: vedere la reliquia, che si dice abbia qualità soprannaturali, nascosta nella chiesa e custodita gelosamente dall’avido parroco.
A questo punto iniziano le sue disavventure, perché anche il Popolo fatato dell’Autunno vuole quella “cosa” misteriosa e per averla ha mandato la sua creatura più temuta… l’Orco!

C’è un posto fuori dal tempo, in una Toscana fantastica e un po’ selvaggia che idealmente è situata nel Casentino, una zona montuosa e impervia proprio accanto agli Appennini. C’è una protagonista, la stramba del paese, ci sono gli abitanti e altri loschi figuri che non la capiscono. C’è una nonna acidissima e un po’ strega, un pretendente pretenzioso, un rude cacciatore e un mostro temuto perfino dai propri simili. Poi c’è l’evento scatenante: un oggetto magico che tutti vogliono e una serie di disavventure e sfortune maledette. In mezzo a tutto ciò… Agata riuscirà a capire cos’è l’amore?

L’Occhio del Basilisco è una storia, divisa in due volumi, che attinge a piene mani dalle fiabe del folclore e le riadatta in chiave erotica e romantica.
Attenzione: si tratta di una commedia avventurosa ed erotica, ambientata in pieno Rinascimento, che contiene scene e dialoghi espliciti! Consigliata a un pubblico adulto.

OoO

Angelica Rosich scrive storie piccanti e avventurose. Ha concluso la serie boccaccesca in sei episodi de “Le avventure di Finnicella” nel 2015 e adesso… ci riprova!

Post precedente

La preghiera, Beatrice da Vela

Post successivo

Recensione: Blood Bonds, la Prima Trilogia

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *