Recensioni

Amore significa… nessun limite, di Andrew Grey

Tenendo in mano il suo
bastone, lasciò che Joey lo guidasse verso la macchina enorme di Geoff e salì
in quello che credeva fosse il sedile posteriore. Le portiere si chiusero e gli
appoggiarono il violino in grembo. Poi la macchina iniziò a muoversi. Voci e
conversazioni fluirono intorno a lui mentre percorrevano la breve distanza.

Titolo: Amore significa…
nessun limite ( Serie Amore significa, volume III).
Titolo originale: Love Means…
No Boundaries.
Traduzione: Elena Torre.
Copertina: Mara McKennen.
Genere: Romanzi M/M.
Editore: Dreamspinner Press.
Pagine: 182.
Prezzo: euro 5,33 (ebook).
La mia valutazione: quattro stelline.
Joey Sutherland ha trovato casa con Geoff Laughton e
il suo partner Eli; vivere e lavorare alla fattoria è diventato per lui una
sorta di rifugio dopo che un incidente in moto l’ha lasciato con una faccia
piena di cicatrici e un sacco di insicurezze. Mari, la zia di Geoff, li
convince a ospitare in casa un musicista dell’Orchestra Sinfonica Nazionale
Giovanile. Joey si ritrova messo alle corde quando gli viene chiesto di andare
a prenderlo, perché riesce già a immaginare il disgusto sul volto del ragazzo.
Robert Edward Jameson però lo sorprende: è estroverso
e amichevole e ha intenzione di provare praticamente tutto nella fattoria. E
poi è cieco, il che aiuta i nervi di Joey a calmarsi.
Joey e Robbie diventano inseparabili e scoprono che si
stanno innamorando. Ma l’estate sta finendo e Robbie tornerà a casa nel
Mississippi, dove la famiglia e i domestici lo aiutano in ogni cosa. Joey può
solo sperare che Robbie punti sull’amore per sfuggire a quei limiti che hanno
segnato la sua vita cieca.
Per leggere un succoso
estratto, andate QUI:

Apprezzo le storie di anime
ferite che si guariscono l’una con l’altra. Come questa vicenda, delicata e
toccante, che vede Joey –viso sfigurato da un incidente- e Robbie –cieco dall’età
di dodici anni- incontrarsi e vivere un amore breve e intenso. La separazione
farà tornare il dolore nelle loro vite, finché… Certo che arriva il lieto fine,
Andrew Grey ha l’animo gentile e sa come concludere le sue storie.
I protagonisti sono poco più
che ragazzi, ma non vivono appieno la loro gioventù. Joey nasconde la faccia
sfregiata alla gente, ma cela anche i suoi sentimenti, il bisogno di amare e di
essere amato. Robbie vive protetto da genitori e amici, che in realtà gli
impediscono di dimostrare la capacità di prendersi cura di se stesso.
L’incontro fra i due porta
amicizia, prima, comprensione delle reciproche debolezze e accettazione dell’altro,
poi. Da qui all’amore il passo è breve, ma fondamentale per la crescita di
entrambi.
Gli ostacoli che si
frappongono, non ultima la carriera di violinista di Robbie, non riusciranno
alla lunga a tenerli lontani.
Questa serie mi ha
appassionato. Andrew Grey è maestro nel romance M/M e la buona traduzione di
Elena Torre rende pienamente questa bravura.
Post precedente

Il cliente, di Maria Masella

Post successivo

Interviste: Maria Masella

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

2 Commenti

  1. 19 agosto 2014 at 10:06 — Rispondi

    .. mmmh.. troppo corto.. verso la fine sembrava che l'autore non vedesse l'ora di finirlo.. carino ma niente di che… stelle?? mmh 2 e mezzo…

  2. Babette Brown
    19 agosto 2014 at 16:41 — Rispondi

    Grazie per il commento, Mery. Io l'ho trovato molto carino, sarà perché quelle due anime tormentate mi hanno ispirato una grande tenerezza…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *