EventiGli amici del MagRubriche

Adunata Pirata 2017 – Il Sultano dei Sette Mari

È il St. Roger Day. Alla corte di Ustadh Morat si sta svolgendo una sontuosa festa in onore della pirateria, di cui il sultano fa parte.
Tuttavia una cospirazione tra imperi rischia di cancellare per sempre la nobile arte pirata dai sette mari.
Riuscirete a sgominare l’intrigo?

Inizia così Adunata Pirata 2017 – Il Sultano dei Sette Mari, kermesse che sabato 27 maggio ha arrembato pacificamente Venezia, portando un po’ di spensieratezza in città.

Autori della manifestazione Anna Castelli e Gianluca Valli, scrittori e organizzatori di eventi, che sono riusciti a trascinare i pirati in una lunga passeggiata tra calli e campielli, culminata a Castello, uno dei sestieri che meglio resiste ai flussi turistici e riesce ancora a divertirsi coi “giochi da campo”.

Sì, perché alla fine i pirati si sono messi a giocare seduti per terra in una calle in cui ancora gli abitanti stendono i panni tra un palazzo e l’altro, e si sono raccontati avventure organizzando ciurme e cospirazioni, “conquistandosi” birre a prezzo popolare da un circolo accanto a loro.

L’atmosfera infatti è quella dei giochi di una volta: fogli, canti, risate, tanta fantasia. Cose più uniche che rare, ai giorni nostri.

Forse è per questo che Adunata Pirata raduna sempre una bella ciurma: persone che si conoscono quel giorno o amici di vecchia data decidono di riunirsi sotto la bandiera nera, quel simbolo di libertà allo stesso tempo seria e cialtrona, perché solidale e scanzonata.

«Quest’anno abbiamo deciso di rendere ancora più coinvolgente l’esperienza piratesca» spiega Gianluca Valli, «creando un larp, o gioco di ruolo dal vivo, in cui i partecipanti hanno dovuto sgominare un intrigo atto a distruggere tutti i pirati del mondo.»

«Ovviamente i pirati lo hanno fatto a modo loro» ride Anna Castelli, «e ci siamo trovati di fronte a scene esilaranti che per fortuna siamo riusciti a fotografare!»

I partecipanti ad Adunata Pirata 2017 sono così stati chiamati da Ustadh Morat, alias “Il Sultano dei Sette Mari” (interpretato da Gianluca) a cimentarsi in prove di abilità e furbizia, tra cui l’oramai celeberrima Sfilata a due piratesca©, la sfida in passerella che anche stavolta ha regalato un ricco forziere al vincitore… anzi ai vincitori, visto che quest’anno c’è stato un ex aequo!

In più l’edizione 2017 di Adunata Pirata ha regalato due soggiorni per una notte in albergo e due ingressi al Gran Galà delle Piratiadi di Levanto del 24 giugno al miglior partecipante del gioco di ruolo dal vivo, eletto a giudizio insindacabile dagli autori, e al miglior costume pirata… eletto dai partecipanti portando il suo proprietario di peso davanti agli autori come un trofeo!

Che altro dire se non ARRIVEDERCI ALL’ANNO PROSSIMO PER ADUNATA PIRATA 2018!

dav

Post precedente

L'Artiglio Rosa: Easton, Wasp, Scott

Post successivo

The Babbers: gli attrezzi per scrivere - cartella editoriale, font

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *