L'artiglio rosaRecensioniRubriche

Cinque… quattro… tre… per l’Artiglio Rosa

Elizabeth Boyle, La solitudine del visconte (Serie “Le Zitelle di Kempton”, Volume IV)

51awjm5mrjl-_sy346_Pierson Stratton, Visconte Wakefield, un tempo aveva due amici inseparabili, una bellissima fidanzata e una scanzonata giovinezza. Poi è partito per la guerra e, quando è tornato in patria, ferito nell’animo e nel corpo, ha scoperto di avere perso tutto. Un amico è morto sul campo di battaglia e l’altro si è allontanato, il fidanzamento è stato annullato e della spensieratezza non è rimasto che il ricordo.

Ora vive in solitudine nella dimora di famiglia, un tempo sontuosa e adesso trascurata e spenta, proprio come lui. Finché un giorno fa irruzione nel suo giardino una giovane vivace e molesta che, inspiegabilmente, si intestardisce a volere rimettere a nuovo quella casa malridotta.

Ma Louisa farà molto di più, travolgendo Pierson con la propria esuberanza e riportando nel suo piccolo mondo la luce, i colori… e forse l’amore.

Un romanzo delizioso * * * * *

Commedia brillante che sviluppa la trama con grande inventiva e disinvoltura. Si ridacchia spessissimo con molta soddisfazione, ma non mancano momenti di forte commozione. E contemporaneamente si affrontano anche grossi problemi, in testa a tutti il senso di colpa di Pierson, afflitto dal tipico complesso del sopravvissuto. Sullo sfondo la tesi che, anche dopo un grande dolore, bisogna rialzarsi ed andare avanti, facendo della propria vita un contributo al benessere degli altri esseri umani.
A questo punto sono in ansia in attesa del seguito, dove saranno al centro, si suppone, un paio di filoni lasciati in sospeso.

OoO

Jess Michaels, Una canaglia per amante (Serie “I famigerati Flynn”, Volume II)

51jiw2wwfalCon due libertini per fratelli, Annabelle Flynn ha scelto per reazione di essere un’icona di purezza. Ma non è immune alla sensualità che serpeggia in famiglia. La turbano pulsioni che non osa assecondare. Sorda ai richiami della carne, si divide tra la ricerca di un buon partito e il tentativo di salvare il fratello dalla rovina. Finisce così per seguirlo al Donville Masquerade, una bisca in mano al misterioso Marcus Rivers.
Di giorno, Annabelle è una signora che aspira a un matrimonio decoroso nell’Alta Società in barba alla pessima reputazione dei fratelli. Di notte, si immischia negli affari di Marcus … e si ritrova sedotta nel suo letto.
Ma cosa potranno mai avere in comune, fuori dalle lenzuola, una signora non proprio per bene e un improponibile dissoluto? Sarà Annabelle disposta a rinunciare alla passione per una fredda e calcolata ‘perfezione’?
Lunghezza: Romanzo in versione integrale.
Livello di sensualità: Bollente.

Un romanzo molto piacevole * * * *

Quando si legge un erotico, si accettano implicitamente le regole del genere, che, in particolare per quanto riguarda la Michaels, richiedono una grande passione e molte scene di sesso. Di questo romanzo ho apprezzato il fatto che abbia al centro un legame di coppia senza tentazioni perverse, se non sullo sfondo, senza tracce di sadomaso e senza turpiloquio.
La vicenda è semplicissima e ha un grado sufficiente di verosimiglianza, settore in cui il genere non eccelle. Interessanti le figure dei due protagonisti, in particolare Annabelle.
Come nel caso del primo volume ci sono refusi, qualche improprietà linguistica e anche un uso scorretto della punteggiatura: in particolare molte lineette che sembrerebbero svolgere la stessa funzione dei puntini.

ooo

Julie Garwood, “Indomita attrazione” – Introvabili 21

51aewoufogl-_sy346_Inghilterra, Scozia, 1200.Da quando è rimasta orfana di madre, ogni sera Gillian percorre il passaggio segreto che la conduce in camera di sua sorella Christen, addormentandosi fra le sue braccia. La notte in cui il barone Alford attacca di sorpresa il castello e uccide il loro padre, però, soltanto Christen riesce a fuggire. Affidata alle cure dello zio, Gillian diventa una donna forte e sicura di sé, ma deve affrontare l’ennesimo oltraggio: Alford le ordina di ritrovare Christen e di recuperare lo scrigno di re Giovanni che lei custodisce. Inizia così un viaggio pieno di imprevisti e colpi di scena, durante il quale incontra Brodick Buchanan, prode guerriero scozzese che si offre di aiutarla. La vicenda di onore e vendetta si accende così di audace sensualità, di passione travolgente…

Note: INDOMITA ATTRAZIONE (Ransom) è il secondo romanzo della cosiddetta serie dei “Laird delle Highlands” (Highlands’ Lairds). La serie, che si è aperta con TU E NESSUN’ALTRA (The Secret), già pubblicato nella collana Oro Introvabili, proseguirà con “Shadow Music”, di prossima pubblicazione.

Tra le altre opere di Julie Garwood pubblicate da Mondadori, ricordiamo DESIDERIO RIBELLE (Rebellious Desire) nella collana I Romanzi Emozioni; LA DAMA DELLE NEBBIE (The Bride) nella collana Oro Introvabili; NEL CASTELLO DI CONNOR (The Wedding), PADRONA DEL SUO CUORE (The Lion’s Lady), IL PIRATA GENTILUOMO (Guardian Angel), LA DOTE DI SARA (The Gift) e SPIRITO RIBELLE (Castles), nella collana I Romanzi Introvabili.

Nella media * * *

Romanzo molto lungo (400 pagine), affollato di personaggi di nazionalità e clan diversi, con le relative difficoltà di metterli a fuoco, almeno per me. La figura più interessante è senza dubbio quella di Brodick, ma anche lui finisce per perdersi nella folla. La vicenda si snoda lenta e ho provato spesso la forte tentazione di dare una scrollata ai personaggi e dirgli di sbrigarsi.

Post precedente

Recensione: Lady O, di Charlotte Lays

Post successivo

Mainstream o narrativa di genere?

Maria Teresa Siciliano

Maria Teresa Siciliano

Professoressa di Italiano presso il prestigioso Liceo Classico Aristofane di Roma, adora leggere e recensire montagne di libri con penna intinta in un dolcissimo veleno. Temuta e amata in ugual misura, ha plasmato una generazione di feroci lettrici di romance.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *